Tag: Marocco

Ait-Benhaddou-Ozz

MAROCCO: ALLE ORIGINI DEI BERBERI

9 giorni – 1384 KM –
8 pernottamenti in albergo – viaggio in veicolo fuoristrada climatizzato

Scaricate il programma e la quotazione

Alla scoperta delle antiche incisioni rupestri del Marocco
In questo viaggio le espressioni artistiche della Preistoria e della Protostoria saranno al centro dei nostri interessi. Gli argomenti di questo viaggio toccheranno tutti gli aspetti dell’arte rupestre sahariana quali datazione e cronologia, tecniche di incisione e strumenti, evoluzione e aree di distribuzione. I siti sono selezionati per offrire una panoramica dei vari momenti culturali succedutisi nella Preistoria e nella Protostoria. La cornice geografica e paesaggistica dei siti che visiteremo è affascinante: deserto, letti di fiumi, canyon, alta montagna. Le vie di comunicazione di oggi seguono tracciati antichissimi e le incisioni rupestri ritmano il nostro percorso con il loro linguaggio misterioso.
Vi proponiamo questo viaggio perché:
Incisioni rupestri preistoriche e protostoriche del deserto e dell’Alto Atlante, oasi, antichi Berberi, villaggi di pietra, architettura tradizionale, Ait Benhaddou, la via del sale…….
Viaggio adatto a tutti gli appassionati di arte rupestre, di tradizioni, di paesaggi incontaminati.
Viaggio realizzabile tutto l’anno; pensione completa; temperature elevate in estate.

LETTURE CONSIGLIATE per avvicinarsi al viaggio:
Marrakech e dintorni. Il fascino della città rossa, di Alessandra Bravin, ed. Polaris, 2010. Monumenti, storie e leggende non solo della più famosa città del Marocco, ma anche della regione fra la costa e l’Alto Atlante.

Marocco, città imperiali, castelli di terra e oasi del Sud, di Alessandra Bravin, ed. Polaris, 2006. La guida più completa con un grande spazio dedicato alle regioni meridionali

PROGRAMMA:

1° giorno ITALIA – MARRAKECH
Accoglienza all’aeroporto e trasferimento in albergo. Cena e pernottamento.

2° giorno MARRAKECH – TIN MAL – TIZI ‘N TEST – TAROUDANT
Partenza in direzione sud, verso la catena dell’Alto Atlante, dove spicca il massiccio del Toubkal (4.167 slm). Il paesaggio è severo ed aspro, ma ricco di inaspettati squarci di verde. I villaggi di montagna, semplici, con il tetto di paglia, utilizzano la pietra e la terra locali e si mimetizzano perfettamente nel paesaggio. A Tin Mal visiteremo le vestigia della moschea almohade (XII secolo), ora monumento nazionale. Di poco più antica della famosa Koutoubia, che non è visitabile, ci permette di immaginare l’interno di questa, la sua architettura e le sue decorazioni a stucco. Si prosegue fra tornanti e panorami impressionanti fino al passo del Tizi ‘n Test (2.092 m) e si scende poi verso la pianura del Souss, in cui si trova Taroudant. Circondata da mura merlate del XVI secolo, Taroudant racchiude una medina, animata e colorata. Pranzo in corso di viaggio. Cena e pernottamento in albergo.

3° giorno TAROUDANT – IGHERM – VALLE INCANTATA – TAFRAOUT
Si inizia la salita lungo le pendici settentrionali dell’Anti Atlante, montagna abitata da pastori e agricoltori berberi sin dalla notte dei tempi. Villaggi abbarbicati sui pendii, terrazze minuscole coltivate con cura, tutto ciò compone un paesaggio unico e vario. Il punto forte della giornata è la “Valle Incantata”, incassata fra le montagne, con villaggi di pietra a secco e minuscoli orti strappati al letto del fiume. L’erosione ha messo a nudo le incredibili forme geometriche degli strati geologici. Tafraout (1100 m) è un paesino costruito fra formazioni di granito dalle forme surreali, che si tingono di rosa al tramonto. Pic-nic nella “valle incantata”. Cena e pernottamento in albergo.

4° giorno TAFRAOUT – VALLE DEGLI AIT MANSOUR – SITI RUPESTRI DELLA VALLE DEL TAMANART – ICHT
La giornata di oggi ci fa attraversare l’Anti Atlante e raggiungere le regioni predesertiche del sud. La prima valle, Ait Mansour, è in alcuni punti, un tunnel verde formato da palme, melograni, orti. La valle del Tamanart, dal nome del fiume omonimo, è un vero museo a cielo aperto con moltissimi siti di arte rupestre. Vedremo le incisioni della fauna che viveva un tempo in queste regioni: leoni, grosse antilopi, simboli misteriosi come le doppie spirali, e piccoli personaggi che fronteggiano gli animali. Cena e pernottamento in un resort nel deserto. Pic-nic in corso di viaggio.

5° giorno ICHT – SITI RUPESTRI DI ADRAR METGOURINE E IMAOUN – TATA
Percorreremo solo un breve tratto asfaltato per prendere poi la pista che conduce a uno dei maggiori siti di epoca neolitica del sud, l’Adrar Metgourine. Sulle sue rocce sono raffigurati molti bovini, che testimoniano la familiarità dell’uomo con le tecniche di allevamento, ma anche la fauna selvaggia che ancora non aveva abbandonato queste regioni ora aridissime. Proseguiamo ancora per pista fino a Imaoun, uno dei più importanti siti rupestri del sud. Alcune rocce sono densamente ornate di motivi astratti: spirali, croci, meandri, dal simbolismo suggestivo e enigmatico. L’ambiente assolutamente desertico, frequentato da qualche nomade e da poche gazzelle, rende ancora più affascinante il sito.
Arrivo a Tata, cena e pernottamento in albergo. Pic-nic in corso di viaggio.

6° giorno TATA – ERG MHAZIL – MHAMID – ZAGORA
La pista attraversa la regione sabbiosa dell’Erg Mhazil, dove si trovano le dune più alte della regione. Si ritrova l’asfalto nei pressi di Mhamid, dove le acque del Draa spariscono sotto la sabbia. Sosta a Tamgroute per visitare l’antica Biblioteca Coranica, che conserva preziosi manoscritti miniati. Cena e pernottamento in albergo. Pranzo in corso di viaggio alle dune dell’erg Chegaga.

7° giorno ZAGORA – SITO RUPESTRE DI FOUM CHENNA – OUARZAZATE – MARRAKECH
Si risale la Valle del Draa, stupenda dal punto di vista paesaggistico e famosa per le sue kasba in terra pressata. A Tinzouline una breve deviazione ci conduce al sito rupestre di Foum Chenna. È il più importante e famoso sito per la conoscenza della cultura berbera antica. Conserva infatti decine di iscrizioni in lingua libica e centinaia di figure di personaggi a cavallo, impegnati in scene di caccia e di battaglia, circondati da felini, struzzi e gazzelle. Prosecuzione verso l’Alto Atlante (valico del Tizi ‘n Tichka) e arrivo a Marrakech. Pernottamento in albergo e cena. Pranzo in corso di viaggio.

8° giorno MARRAKECH – SITI RUPESTRI DELL’OUKAIMEDEN – MARRAKECH
In solo un’ora e mezza di strada si raggiunge un altopiano a 2600 m di altitudine, lungo una tortuosa strada su cui si affacciano villaggi di terra e di pietra. Il cambiamento rispetto alla pianura di Marrakech non è solo geografico, ma è anche un salto nel passato. Qui i pastori ogni anno il 10 agosto salgono sull’altopiano con le greggi. È la transumanza, come pare facessero migliaia di anni fa pastori e allevatori che sin dal Neolitico hanno frequentato gli stessi pascoli e hanno lasciato bellissimi disegni sulle rocce. Il tema dominante però si riferisce all’Età del Bronzo, con armi come pugnali, alabarde e poi all’età del Ferro, con scudi ornati, altre armi e personaggi. L’importanza di queste incisioni consiste nel fatto che nessun’altra località del Maghreb e del Sahara ha incisioni dell’Età del Bronzo. Esse si trovano esclusivamente sull’Alto Atlante. Ritorno a Marrakech. Cena e pernottamento in albergo.

9° giorno MARRAKECH – ITALIA
Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia e fine dei servizi.
I PIC-NIC Non si tratta di una semplice colazione al sacco. Il pranzo, preparato dall’autista, prevede un pasto leggero e vario a base di salata di riso, uova sode, tonno, olive, formaggio, pane di giornata, frutta di stagione, caffè o thè.
Il confort ha la sua importanza: si forniscono infatti sgabelli e tavolo con tovaglia, tovagliolo e portatovagliolo di stoffa, bicchieri di vetro, posate in acciaio. I luoghi dei pic-nic sono particolarmente suggestivi: nella “valle incantata”, all’ombra di un’acacia nel deserto…

La quota comprende:

Trasferimenti da e per l’aeroporto di Marrakech con veicolo privato
Veicolo fuoristrada (Toyota) con carburante e autista dal 2° giorno al 8° giorno compreso
Sistemazioni in camera doppia in mezza pensione
Pranzi dal 2° al 8° giorno
Guida parlante italiano
Ingressi ai monumenti
Mance e Facchinaggio negli alberghi
Assicurazione assistenza, medico e bagaglio.

Marrakech

MARRAKECH e VALLE dell’OURIKA: week end di pura emozione!

Scaricate il programma e la quotazione

LETTURE CONSIGLIATE prima del viaggio:
Marrakech e dintorni. Il fascino della città rossa, di Alessandra Bravin, ed. Polaris, 2010. Monumenti, storie e leggende non solo della più famosa città del Marocco, ma anche della regione fra la costa e l’Alto Atlante.

Marocco, città imperiali, castelli di terra e oasi del Sud, di Alessandra Bravin, ed. Polaris, 2006. La guida più completa con un grande spazio dedicato alle regioni meridionali

1° giorno ITALIA – MARRAKECH
Accoglienza all’aeroporto e trasferimento in riad. Cena libera e pernottamento.

2° giorno MARRAKECH
Mezza giornata dedicata alla scoperta della città: si visiteranno: il Minareto della Koutoubia (esterno), le Tombe Saadiane, il Palazzo Bahia e infine la famosa piazza Jemaa El Fna, vero palcoscenico all’aperto dove si esibiscono acrobati, incantatori di serpenti, cantastorie e dove improvvisano dentisti, barbieri, venditori di spezie miracolose… un vero spettacolo. Pomeriggio dedicato al relax, tempo libero e pasti liberi.

3° giorno MARRAKECH – OUKAIMDEN – MARRAKECH
A sud si trova la lunga ed imponente catena montuosa dell’Alto Atlante. La valle dell’Ourika è formata da un fiume che scende dalla grande montagna e irriga una fertile pianura coltivata a oliveti. I villaggi, abitati da sempre da Berberi, sono abbarbicati sui pendii, costruiti in terra e pietra e armoniosamente inseriti nel paesaggio.

Programma Partenza in direzione della valle. La prima sosta è al villaggio di Aghmat, antica capitale della regione prima della fondazione di Marrakech. Le rovine, messe in luce dagli scavi archeologici, sono imponenti: un enorme hammam intatto, con le tre sale, interamente costruito di mattoni cotti; vi sono poi i resti della moschea e della cittadella fortificata. Prosecuzione per il villaggio di Tafza per la visita di un ecomuseo berbero, situato in una casa tradizionale interamente restaurata. Il museo ospita una collezione di tappeti, gioielli, fotografie, vasellame. Si continua costeggiando il fiume in una vegetazione che si fa più fitta e ricca fra terrazze coltivate, villaggi, mercati. Pranzo libero. Al ritorno, visita di una coltivazione di piante medicinali e aromatiche, che sono lavorate sul posto per farne prodotti di erboristeria. Possibilità di fare il pediluvio rilassante, in apposite vasche per il trattamento. Ritorno a Marrakech nel tardo pomeriggio. Cena libera e pernottamento.

4° giorno MARRAKECH – ITALIA
Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia e fine dei servizi.

 

La quota comprende:

Trasferimenti da e per l’aeroporto di Marrakech con veicolo privato
Visita guidata di Marrakech 1/2 giornata con guida locale parlante italiano
Sistemazioni in camera doppia con prima colazione
La Dott.ssa Alessandra Bravin accompagnatrice durante l’escursione ad Oukaimden Escursione ad Oukaimden in minibus 8/14 posti con autista e carburante
Ingressi ai monumenti durante la visita città di Marrakech (2 monumenti)
Assicurazione assistenza, medico e bagaglio.

Il nostro viaggio non comprende (ma potrebbe …):

Trasporto dall’Italia
Pranzi e cene durante il soggiorno
Mance e Facchinaggio negli alberghi
Le bevande alcooliche e non
Assicurazione annullamento
Gli extra
Tutto quanto non indicato sopra

SOUK

MAROCCO: L’IRRESISTIBILE FASCINO DEL DESERTO

8 giorni – 1380 KM – viaggio in fuoristrada
6 notti in Riad/Hotels di Charme ed una notte in Campo Tendato

Scaricate il programma e la quotazione

E’ un viaggio che permette di scoprire i differenti aspetti di questo Paese dai forti contrasti di colori, ambienti e popolazioni: le foreste dell’Atlante, le regioni sahariane, la splendida architettura in terra pressata, le tracce del commercio carovaniero, le tradizioni delle tribù berbere del deserto, la vita brulicante di Marrakech. La scelta accurata delle strutture per i pernottamenti aggiunge fascino a questo viaggio davvero indimenticabile.

LETTURE CONSIGLIATE per avvicinarsi al viaggio:
Marrakech e dintorni. Il fascino della città rossa – di Alessandra Bravin, ed. Polaris, 2010 Monumenti, storie e leggende non solo della più famosa città del Marocco, ma anche della regione fra la costa e l’Alto Atlante.

Marocco, città imperiali, castelli di terra e oasi del Sud – di Alessandra Bravin, ed. Polaris, 2006. La guida più completa con un grande spazio dedicato alle regioni meridionali

PROGRAMMA:

1° giorno ITALIA – MARRAKECH
Accoglienza all’aeroporto e trasferimento nella struttura prescelta. Cena libera.

2° giorno MARRAKECH – OUARZAZATE
La prima traversata dell’Atlante ci porta attraverso verdi vallate, boschi di pini e lecci, fino al passo del Tizi ‘n Tichka a 2200 m. Superato il valico deviamo verso il villaggio di Telouèt, dove sorge una imponente kasba. Benché in rovina, al suo interno sono miracolosamente preservate alcune stanze con raffinate decorazioni di stucchi e tessuti. Era la dimora del Pascià El Glaoui, ultimo governatore di
Marrakech e del sud. Si continua lungo la “via del sale”. Il nome proviene dalla presenza di una cava di salgemma tuttora sfruttata con metodi artigianali. La “via del sale” prosegue sul costone della montagna, fra panorami spettacolari e villaggi appesi alla roccia, fino a Ait Benhaddou, celebre ksar, iscritto nella lista Unesco del Patrimonio dell’Umanità. Innumerevoli i film girati qui: Il Gladiatore, Un thè nel deserto, Lawrence d’Arabia…. Cena e pernottamento in hotel de charme.

3° giorno OUARZAZATE – TINJDAD
A Ouarzazate visiteremo la kasba di Taourirt, complesso monumentale costruito interamente in terra pressata, ora monumento nazionale. Partenza in direzione dell’oasi di Skoura, che ospita nel labirinto di palme alcune splendide architetture di terra. Proseguiamo costeggiando il fiume Dadès, presso il quale sorgono numerosi villaggi circondati un tempo da mura possenti. Nelle Gole del Dadès, che
risaliremo per un tratto, sorgono altissime case in terra cruda, delle vere e proprie case-fortezza, che hanno per sfondo le forme bizzarre delle rocce. Visita poi alle Gole del Todra dove il fiume ha creato passaggi fra le pareti larghi in alcuni punti non più di 20 metri. Cena e pernottamento in una kasba restaurata all’interno dell’oasi, dove si trova anche il bel Museo delle Oasi.

4° giorno TINJDAD – MERZOUGA
Si lascia l’Alto Atlante in direzione della valle del Tafilalet attraversando numerosi palmeti, un tempo alimentati dalle “khettara”, canali sotterranei di adduzione dell’acqua, di cui si vedono tuttora le strutture in superficie. Sosta nei pressi di Tinjdad dove sorge nel cuore del villaggio un bellissimo “museo delle oasi”. Prosecuzione per Merzouga. Cena e pernottamento in un campo preallestito nell’Erg Chebbi ai piedi delle dune più alte del Marocco.

5° giorno MERZOUGA – ZAGORA
Un risveglio antelucano sarà ricompensato dalla meraviglia di assistere al sorgere del sole sulle dune. Nel lasciare Merzouga percorriamo il “circuito delle oasi”, percorso di incredibile bellezza attraverso il palmeto, i piccoli orti e i secolari villaggi di terra. Oltrepassiamo i villaggi di Rissani, Alnif e Tazzarine. Da qui incontriamo la pista carovaniera che univa la Valle del Draa e la Valle del Tafilalet. Arrivo a Zagora, cena e pernottamento in un hotel de charme.

6° giorno ZAGORA – MARRAKECH
Da Zagora si risale la Valle del Drâa, lungo nastro verde di palmeti ininterrotti costellati di kasbe in terra pressata. La valle è un monumento in sé, stupenda dal punto di vista paesaggistico e famosa per le sue kasba. Si costeggia per buona parte il fiume e lo splendido palmeto interamente coltivato. Oltrepassata Ouarzazate, si affronta il valico del Tizi’n Tichka, che offre panorami di verdissimi boschi, prima di
giungere a Marrakech. Pernottamento nella struttura prescelta. Cena libera.

7° giorno MARRAKECH
Fondata circa mille anni fa, Marrakech conserva ancora le sue antiche mura che racchiudono la più famosa medina del Marocco, labirinto di stradine con i souk affollati di merci e di gente. I monumenti storici ci ricordano i suoi fasti: le Tombe Saadiane (XVII secolo), il Palazzo Bahia (inizio XIX secolo) e la famosa scuola coranica Medersa ben Youssef, fastoso riad ora trasformato in museo etnografico. Il
cuore della città è Jemaa el-Fna, che cambia aspetto nelle diverse ore della giornata. Al mattino è il centro del commercio, affollata di bancarelle e di venditori. Al pomeriggio Jemaa el-Fna è il palcoscenico per ogni sorta di esibizione, dai saltimbanchi agli incantatori di serpenti, dai ballerini ai musicisti. Poi si installano magicamente le bancarelle dei ristorantini, affollati fino a notte inoltrata, che propongono la cucina familiare accompagnata naturalmente da tanto thè verde, dolce e forte, aromatizzato con profumata menta fresca. Pranzo in un ristorante storico della medina, cena libera.

8° giorno MARRAKECH – ITALIA
Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia e fine dei servizi.

La quota comprende:

Trasferimenti da e per l’aeroporto di Marrakech con veicolo privato
Veicolo fuoristrada (Toyota) con carburante e autista dal 2° giorno al 6° giorno compreso
Autista-guida parlante italiano dal 2° giorno al 7° giorno compreso
Pernottamenti in camera doppia in mezza pensione tranne a Marrakech
Ingressi a Tombe Saadiane, Medersa Ben Youssef e Palazzo Bahia
Ingresso Museo delle Oasi
Visita guidata in italiano di Marrakech
Facchinaggio negli alberghi
Assicurazione assistenza, medico e bagaglio.

Il nostro viaggio non comprende (ma potrebbe …):
Il trasporto dall’Italia
I pranzi: in corso di viaggio
Guida in italiano dal 2° al 6° giorno
Le cene a Marrakech
Le mance
Le bevande alcooliche e non
Gli extra
L’assicurazione annullamento
Tutto quanto non indicato sopra

Marocco

MAROCCO: coste selvagge e valli incantate in veicoli 4×4

10-18 Marzo 2017

Scaricate il programma

Vi presentiamo un itinerario di un Marocco davvero sconosciuto, fatto di spiagge deserte e infinite, di scogliere a strapiombo, di alte falesie ricoperte dalla sabbia. Contro la costa si infrangono rumorose e incessanti le lunghe onde dell’oceano, le sue acque si mescolano a quelle dei torrenti e fiumi che vi sfociano. Il fiume Draa, che era sparito sotto le sabbie 1000 km più a est, riemerge a 30 km dalla costa e la sua smisurata foce, ammirata dall’alto della scogliera, è uno spettacolo grandioso. Plage Sauvage, Plage Blanche, Aoreora, Cap Draa sono nomi evocativi di località di selvaggia bellezza. A ridosso della costa le montagne dell’Anti Atlante, frammentate da piccole valli e punteggiate di villaggi di pietra e minuscole oasi, sembrano bilanciare la vertiginosa vastità dell’oceano.

Giorno 1 : Marrakech.
Partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa per Marrakesh. Accoglienza all’aeroporto e visita della città con guida locale parlante italiano. Pranzo in corso visita. Sistemazione in hotel e cena libera

Giorno 2:  Marrakech  – Mirleft.
Dopo la colazione partenza in direzione sud e sosta a Tiznit, racchiusa da una cinta muraria in terra pressata e famosa per la produzione artigianale di gioielli in argento. Il mare è a soli 17 km e a Aglou ha luogo l’incontro con la costa atlantica. Prosecuzione fino a Mirleft, paesino di pescatori e pastori, che gode di un microclima particolarmente felice. Le sue spiagge sono bellissime e pernotteremo in un albergo con vista sull’oceano.

Giorno 3:  Mirleft – Plage Blanche – Fort Bou Jerif.
Dopo la colazione partenza per Sidi Ifni, ex colonia spagnola che di quel tempo conserva ancora alcuni edifici: il consolato, la chiesa (ora tribunale), il cinema. Da questa cittadina ha inizio la pista costiera che ci conduce alla Plage Blanche, una lunghissima spiaggia di sabbia fine e chiara dove le dune arrivano al mare, interrotta da scogliere e falesie. Una breve deviazione verso l’interno ci porta al nostro campo pre-allestito.

Giorno 4. Fort Bou Jerif  – Aoreora – Foum Draa – Bordj Tafnidilt.
Dopo la colazione ritorniamo sulla costa per proseguire, se c’è bassa marea sulla battigia, lungo la Plage Blanche fino a Aoreora, uno dei punti più spettacolari dove le dune cadono letteralmente in mare. È un punto in cui i pescatori pescano con metodi molto rudimentali del pesce assai pregiato. Ci attende ora, la foce del Draa, vista dalla scogliera, alta in quel punto una trentina di metri. Lo spettacolo è davvero eccezionale. Ci accomiatiamo dalla costa percorrendo una pista che s’incunea fra le sabbie che ricoprono le rive del Draa e che porta a un antico pozzo. Nei pressi sorge il nostro albergo.

Giorno 5. Bordj Tafnidilt – Icht.
Dopo la colazione puntiamo verso nord in direzione di Goulimine, detta la “porta del Sahara”. Un tempo era un punto di arrivo delle carovane e oggi l’eredità sahariana si riconosce nel souk, dove la merce più scambiata sono i dromedari. Al villaggio di Amtoudi visiteremo un vero gioiello di architettura tradizionale: l’antico granaio fortificato, costruito su uno sperone roccioso. Al suo interno le celle conservavano i beni preziosi delle famiglie: cereali, olio, gioielli, documenti.  Cena e pernottamento in albergo di charme.

Giorno 6. Icht – Tafraout.
Dopo la  colazione, partenza per la Valle del Tamanart, abitata sin dalla preistoria, è un vero “museo” dove centinaia di incisioni rupestri sono la testimonianza della vita nel passato. Visita di alcuni fra i siti più importanti e rappresentativi. Lasciato il Tamanart, si entra nella valle di Ait Mansour, una delle più belle dell’Anti Atlante, formata da una lussureggiante oasi che si snoda nel canyon di un wadi. Cena e pernottamento in albergo.

Giorno 7. Tafraout – Valle Incantata – Taroudant.
Dopo la colazione partenza per Tafraout:  un villaggio di montagna circondato da ciclopici massi di granito, posati in equilibrio precario. Lasciato il villaggio, si sale verso gli altipiani dell’Anti Atlante, dove collinette nere sono la testimonianza dell’estrazione e lavorazione del rame di una piccola, ma importante miniera già attiva nel Medioevo. Si scende poi nel versante sahariano lungo la ‘‘Valle Incantata’’, sconosciuto e spettacolare canyon dove villaggi di pietra e oasi lillipuziane fanno da cornice ad una camminata non impegnativa.

Giorno 8. Taroudant – Marrakech.
Dopo la colazione partenza per Taroudant che si trova al centro della fertile pianura del fiume Souss. La città è detta “la piccola Marrakech” per le possenti mura merlate che la circondano, per la vita brulicante della medina e per i suoi souk animati. Partenza verso l’Alto Atlante e tornante dopo tornate, raggiungiamo il Tizi ‘n Test (2200 m) da cui si gode una strepitosa vista sulla pianura. La discesa verso Marrakech non è da meno: non solo foreste di tipo alpino, ma villaggi, scorci panoramici, e un importante monumento: la Moschea Almohade di Tin Mal, di poco più antica della Koutoubia di Marrakech. Arrivo e sistemazione in riad o albergo. Cena libera.

Giorno 9. Marrakech.
Dopo la  colazione . Trasferimento in aeroporto e partenza per Milano.

QUOTA INDIVIDUALE DI  PARTECIPAZIONE:

Numero partecipanti

QUOTA di partecipazione

Supplemento singola
Da 6 a 9 1.552 € 490

(camere in numero limitato)

da 10 a 14 1.514 €
da 15 a 18 1.471 €

SCONTO  di  40 €  a persona per  ISCRIZIONI CON SALDO ENTRO IL 10 FEBBRAIO

La quota comprende:
Volo Easyjet da Milano (senza bagaglio –tasse incluse)
Accompagnatore locale da Marrakech
Trasferimenti da e per l’aeroporto di Marrakech con veicolo privato
Veicolo/i fuoristrada con autista e carburante  dal 2° giorno al 87° giorno compreso
Autista-guida parlante italiano dal 2° giorno al 8° giorno compreso
Pernottamenti in camera doppia in mezza pensione – tranne a Marrakech e a Mirleft con sola prima colazione – 1 dei pernottamenti sarà in campo tendato pre allestito.
I pranzi dal 1° all’ 8° giorno compreso
Accompagnatore dall’Italia a partire da 15 partecipanti. assistenza locale per numeri inferiori.
Ingressi ai monumenti Palazzo La Bahia, Le Tombe Saadiane e Palazzo el Badii
Assicurazione medico bagaglio

La quota non comprende:
Trasferimento da/per Milano Malpensa***
Le cene a Marrakech e a Mirleft
Ingresso ai monumenti non specificati
Le bevande alcooliche e non
Gli extra e mance
Tutto quanto non indicato sopra

***Dal momento che  questo viaggio è studiato per un esiguo numero di persone  non è stato calcolato il trasferimento a Milano che risulta essere più economico se effettuato con l’autobus della  linea Sadem (22 euro a tratta)  da Porta Susa. In andata c’è un bus alle 03,00 da Torino e in ritorno uno alle 15,00 da Malpensa. In ogni caso,  una volta chiuse le iscrizioni, potremo anche preventivare un minibus/bus privato, se i partecipanti lo desiderano.

ADESIONE ed ISCRIZIONE  entro il 20  FEBBRAIO
All’iscrizione si prega di fornire COPIA DEL DOCUMENTO DI IDENTITA’  – CODICE FISCALE e NUMERO DI TELEFONO per la  stipula dell’assicurazione.

 

Il Mondo in Valigia di C&D Viaggi sas - Via Gian Francesco Re, 1 - 10146 Torino - Tel. +39 0117732249 - info@mondoinvaligia.it
P.iva: 07585620011 Aut. num 31580 del 25/02/2002 Registro imprese CCIAA n.903970 | Condizioni Generali | realizzato da Mediares S.c.
Il Mondo in Valigia garantisce le tue vacanze con Fondo Vacanze Felici S.c.a.r.l. Iscrizione n.825 | [Privacy]

Per condividere e partecipare